Dopo le vacanze

 

L’auto è sotto casa che aspetta, domani mattina si parte per una vacanza programmata da tempo che non mi consentirà di essere fisicamente presente in circoscrizione.  Avrò comunque la possibilità di temermi in contatto via mail e telefonicamente. A oggi ho partecipato a due sedute di consiglio, una riunione di maggioranza, una conferenza dei capigruppo e tre commissioni. Ho incontrato anche due simpatiche agronome dove c’è un orto urbano. Direi che siamo partiti con la giusta motivazione, tutti i consiglieri e tutta la giunta.  Presto per fare bilanci o esprimere pareri compiuti, una cosa è certa, e già si sapeva: è necessario ripartire dalla bozza Levi che prevede maggiori deleghe alle circoscrizioni (municipalità?).  Qualche idea l’abbiamo, anche curiosa, ne riparliamo a settembre.

Grazie e a presto.
PS: Durante la campagna elettorale non ho solo distribuito volantini, ho fatto politica con la mia reflex insieme a Sara, Francesco, Luca …. Fatemi un regalo, condividete questo link: http://unmondopossibile.wordpress.com

Ripartiamo da noi?

Ilda, Roberto, Marta, Laura, Simona, Filo, Malvina, Paola, io e quanti, tanti, ci hanno appoggiato supportato e incoraggiato, lasciata alle spalle la campagna elettorale che ci ha costretto a fare delle scelte, perché non proviamo a ripartire da noi. Ripartiamo da noi e dopo questa tappa, tappa che abbiamo vinto a prescindere dal risultato personale. Fuori dai tabelloni con le liste e i nomi ci sono le battaglie da continuare e fuori ci stanno aspettando.

C’è la bella politica che a noi piace fare, che noi vogliamo fare. Non lo sprechiamo questo momento.

Se non ora quando, come direbbe Laura. Con i piedi dentro e la testa fuori.

Il traghetto e le “tette”

Stavo cercando su internet un traghetto per la Sicilia quando mi è apparsa la pubblicità che vedete di fianco. Che senso ha? Vesuvio ed Etna mai così vicini. E quindi? Due mani sulle “tette”, i viaggiatori sarebbero le mani e le “tette” il Vesuvio e l’Etna. Poi c’è l’eruzione e così via.

Posso dire che oltre che offensiva è veramente orribile questa pubblicità?

Marta Levi, se sarai eletta come spero, mi auguro tu possa replicare la campagna sull’uso del corpo femminile in pubblicità.

Per quanto mi riguarda credo proprio che in Sicilia andrò in auto.

Una foto così …

In queste giornate di campagna elettorale ho parlato con le persone, distribuito volantini, preparato materiale, mi sono recato a eventi, mangiato alla cena di circolo e scattato un po’ di fotografie. Alcune noiose, altre da scartare, qualcuna bella, ma solo una bellissima. L’ho scattata a Marta, lei nemmeno se n’è accorta.

Una foto così merita un voto. Non credete?

Marta in comune

Augusto alla 8

Al Primo Turno è Meglio

Siamo agli ultimi giorni di campagna elettorale, la domanda che sento spesso è, ce la faremo al primo turno? Spero proprio di sì, è la mia risposta. Spero proprio di sì perché vincere al primo turno, è meglio, a Torino è obbligatorio. A Milano resusciterebbe Zavattini e pure De Sica padre, mai dire mai.

Vincere al primo turno vuol dire avere più consiglieri comunali; la tua preferenza, che ti prego di dare, avrebbe più valore.
Vincere al primo turno vuol dire che non ti devi apparentare con altri; non cedi assessorati e quindi niente compromessi.
Vincere al primo turno da più valore al tuo voto.
Vincere al primo turno evita il ballottaggio, ottimo strumento di democrazia, ma un costo in più. Quel costo in più lo determina chi non si reca alle urne o disperde il voto.

Fate passaparola, telefonate agli amici, ditelo a tutti, soprattutto agli indecisi.
Torino merita una vittoria in scioltezza.
Fassino Sindaco … Subito!

Io voto PD
La mia preferenza è per Marta Levi
La mia circoscrizione è la Otto dove sono candidato nelle liste PD

La lega e lo specchio a cui si arrampica

Oggi ero al mercato di piazza Madama Cristina a volantinare per Fassino, Marta Levi e il sottoscritto. Ho scelto la posizione dove mettermi dopo aver visto dove Borghezio e un paio di giovani “padani”  si erano installati a distribuire i loro fogli verdi: due metri di distanza da loro. Lui (Borghezio) nervoso per la mia presenza e io divertito per la sua insofferenza. Intanto ascoltavo cosa diceva il grosso esponente della lega nord alla gente che si lamentava del governo, testuale: “Adesso andiamo all’opposizione, quelli del PDL sono tutti ricchi e non fanno un ca**o! Non come noi che lavoriamo duro!” .

Erano tristi i leghisti questa mattina, tristi e in imbarazzo mentre si arrampicavano sugli specchi (e pensate a Borghezio che mentre si arrampica si vede pure).

Mettiamoli in difficoltà, talloniamoli, facciamogli sentire la nostra presenza.

Marchiamoli stretti.

Verde in musica

Foto di Augusto Montaruli

Ieri ho terminato il mio giro elettorale al parco del Valentino, dove avevo appuntamento con Marta. Era da un po’ che non mi capitava di andare al Valentino la domenica, ho visto un parco vivo e pieno di persone. Anziani che passeggiavano o chiacchieravano seduti sulle panchine, chioschetti affollati che servivano piadine e kebab, ragazzi di ogni etnia che giocavano a pallone a pallavolo laciavano freesbe, squadre di cricekt e palloni ovali. Giovani che prendevano il sole, qualche chitarra e le biciclette sul prato. Il parco del Valentino, forse il bene comune più prezioso della nostra circoscrizione, è disponibile per tutti. A me piacerebbe arricchirlo con strutture e spazi dedicati alla musica a disposizione di associazioni disponibili a gestirli e a fare opera di divulgazione musicale: dalla musica classica al rock. Spazi e strutture dove gruppi musicali, appassionati, bande tradizionali suonino per il piacere di suonare e di farsi ascoltare.

La musica fa bene all’anima e ravviva il verde pubblico.